associazione culturale Lacus Timavi

… Et dovendo il zorno (dopo) per il tempo cativo dover star lì a San Zuane, deliberamo alcuni, zoè , Pisani, Io et altri dotori, in una barcheta andar, mia do in mar; a uno scoglio, sopra dil quale par le vestigia di uno castello che vi foe, overo torion tondo e tutto mazizo,  chiamato  Belguardo.   Quivi  è  dito,  avanti  i nostri avesse el Friul, fece fabricar uno ponte andava in terra apresso Mofalcon. Or dismontati, di lì a pocho vene uno grandissimo murmur di mar, et si levò fortuna,  adeo  fo  necessario  di  andar  di  sopra  dita torre…

– Marin Sanudo, Itinerario per la terraferma veneziana nell’anno MCCCCLXXXIII –

Così, pochi anni prima della scoperta dell’America, il cronista veneziano Marin Sanuto descriveva lo scomparso castello veneziano di Belforte, sito a breve distanza dall’attuale centro di Monfalcone. Un manufatto oggi non certo isolato, ma semplicemente celato nell’ideale wunderkammer dell’antico lacus Timavi. Difatti, tra le meraviglie naturalistiche al limitare tra Carso e mare, nel seno del caput Adriae, si cela un patrimonio di altrettante meraviglie del passato che copre un arco temporale dalla preistoria sino all’archeologia industriale. Il tutto sotto il comune denominatore dell’antico bacino costiero del lacus Timavi, oggi profondamente cambiato nella sua metamorfosi naturale e antropica, che ne ha cancellato contorni e ombre. Non di certo il ricordo.
L’associazione culturale Lacus Timavi nasce principalmente per ripercorrere le strade del divenire che in questa zona geografica, già importante nodo di vie d’acque e di terra, si sono intrecciate, sovrapposte e ricomposte in un articolato lascito che non deve essere dimenticato. E questo percorso passa attraverso l’osservazione del mutevole paesaggio, attraverso pazienti ricerche, attraverso l’immagine e l’immediatezza della comunicazione contemporanea, che ne permettono continuativa fruibilità.

L’associazione si propone dunque di coordinare la passione di un gruppo di lavoro interdisciplinare, con la finalità di promuovere ricerca, divulgazione e attività didattiche utilizzando le tecnologie multimediali e sostenendone la loro applicazione in ambito culturale, nel connubio tra la conoscenza del territorio in senso lato e la proposta di eventi di varia natura.

ATTIVITÀ SVOLTA

anno 2019


anno 2018


anno 2017


anno 2016


anno 2015

  • partecipazione a un progetto di catalogazione reperti e diffusione dei risultati delle indagini sulle nuove scoperte relative al primo conflitto mondiale, avvenute presso il Parco Ungaretti di Gradisca d’Isonzo (inizio: dicembre 2015)
  •  definizione e allestimento di un portale con finalità divulgative su parte della storia industriale del Lisert, sull’ambiente e sulla storia dell’utilizzo delle materie prime nella trasformazione dell’energia (ultimazione: dicembre 2015)
  • collaborazione nella realizzazione del ciclo di appuntamenti ‘Oltre la Guerra: l’Arte del Novecento’, promosso dalla Pro Loco di Turriaco, dedicato ai principali movimenti artistici dello scorso secolo
  • collaborazione con il Maestro Enzo Valentinuz a supporto della sua ultima mostra, Carso Diversamente Ricordarti, allestita presso il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, mediante la creazione di un progetto web dedicato ai cinquant’anni della sua attività in campo artistico (valentinuz50.it) e declinato sulla valorizzazione del territorio aquileiese in chiave didattico-divulgativa
  • partecipazione in seno a un’iniziativa di promovalorizzazione delle aziende vitivinicole operanti sul carso isontino a Expo Milano 2015, in collaborazione con l’associazione Obbiettivo Immagine di Gradisca d’Isonzo

anno 2014

  • organizzazione della rassegna itinerante a tema archeologico e scientifico denominato ‘Fonte Timavi’, su sedi pubbliche e museali tra Monfalcone e Trieste.
  • collaborazione nella presentazione pubblica del libro ’Fonte Timavi’, illustrato in seno alla rassegna ‘Natura e Cultura senza Frontiere 2014’, promossa dal Comune di Monfalcone
  • partner nella promozione territoriale e nell’organizzazione della rievocazione storica aquileiese ‘Tempora in Aquileia’ (2014/2015)
  • partecipazione all’organizzazione della giornata di sensibilizzazione storica e archeologica ‘Una giornata in Valcanale’ a cura della Società Friulana di Archeologia Onlus e in collaborazione con l’associazione di ricerca LandScapes, il Museo Etnografico Palazzo Veneziano di Malborghetto, il Consorzio Agrario di Vicinia di Camporosso e con il patrocinio dei Comuni di Tarvisio e Malborghetto.
  • organizzazione di alcune conferenze inerenti archeologia e termalismo della zona del Lisert
  • collaborazione con ‘Lagunamare’, rivista dell’Assonautica di Venezia, con articoli su tematiche inerenti alla storia, l’archeologia e i beni naturalistici dell’area litorale del monfalconese
  • partecipazione nella definizione della struttura e della sceneggiatura del documentario sulla laguna di Grado (lagunadoc.it), realizzato in collaborazione con il regista documentarista di Alberto Angela

anno 2013

  • co-organizzazione della serata di presentazione alla cittadinanza delle Terme Romane di Monfalcone, tenutasi il 6 dicembre 2013 presso il Teatro Comunale della città
  • disposizione di un punto informativo sulle attività associative e delle Terme Romane, in piazza della Repubblica a Monfalcone, in occasione della fiera di San Nicolò del 2013, con la relativa esposizione di un plastico autocostruito raffigurante l’antico bacino costiero del lacus Timavi
  • serie di visite guidate all’istituto delle Terme Romane di Monfalcone nel periodo pre inaugurale, dal mese di giugno 2013. Durante le quali sono state illustrate le peculiarità storiche, architettoniche, archeologiche e sanitarie dell’istituto.

L’associazione culturale Lacus Timavi è stata riconosciuta come latrice dei principi fondamentali di salvaguardia del patrimonio immateriale del territorio da parte del Club UNESCO di Udine, già curatore delle candidature di Aquileia, Cividale, Dolomiti e Palmanova, riconoscendone l’affiliazione.

Club per l'UNESCO di Udine